La Raste Bed & Breakfast : Soggiorni e vacanze nelle Piccole Dolomiti a Recoaro Terme (Vicenza) - Pernottamento e colazione

Articoli

Rindolando a Recoaro Terme

Rindolando torna puntualmente ogni anno ad annunciare Natale: il tipico mercatino di prodotti artigianali è divenuto ormai un tradizionale appuntamento per Recoaro Terme.

Così come la rindola, ossia la corteccia dell'albero, raccoglie l'acqua che sgorga dalla sorgente e la riversa sui prati, così anche il suggestivo mercatino raccoglie il patrimonio artigianale della valle e lo fonde con l'attualità del presente.
Per le vie del centro storico, addobbate con sfarzo e raffinatezza, si possono comprare i prodotti locali: dal miele, salumi, formaggi tipici agli oggetti d'artigianato in legno. Non mancano però originalità come i dolci marocchini, il limoncello servito nei bicchierini di cioccolato... il tutto attorniato da mangiafuoco, giocolieri, zampognari, Babbo Natale con la sua slitta e gli alpini, che distribuiscono fragranti caldarroste.

Simbolo stesso di quest'atmosfera calda e festosa sarà la chiesetta di Santa Giuliana che, a sera, sarà illuminata come una stella cometa.

Festa e Rogo della Stria a Recoaro Terme



A Recoaro Terme il giorno 6 Gennaio è la Festa della Befana: ogni 6 gennaio infatti si svolge una festa con delle bellissime animazioni lungo le stradine del centro, dove si esibiscono trampolieri, maghi e folletti.

Vi è poi la gara di slitte in costume d'epoca: in questa occasione le varie contrade locali di Recoaro Terme diventano riavli e corrono con socoli e sgalmarelungo le vie del centro trainando i slitte in un'atmosfera di frizzante divertimento.

E come spettacolare conclusione della festa ecco il tradizionale Ralò dell'Epifania, il Rogo della Stria: un enorme rogo nella piazza centrale del paese... la stria va a fuoco mentre streghe, stregoni e folletti le danzano attorno!

Festa dell'Acqua a Recoaro Terme

La Festa dell'Acqua a Recoaro Terme fa rivivere le emozioni e le atmosfere de passato e dei fasti del termalismo di fine '800: nelle piazze, nei locali e per le strade si rivive quell'atmosfera speciale, grazie ad un allestimento e ad un'animazione ad hoc, con concertini, operette, mercatino, e degustazione delle acque termali.

Spettacoli di teatro e musica, iniziative varie per coinvolgere gli abitanti e i turisti, per celebrare Recoaro come stazione termale amata dalla borghesia dell'Ottocento, con persone in costume d'epoca, splendide carrozze trainate da cavalli e auto d'epoca che porteranno dalla piazza della città alle Fonti Centrali.

La città di Recoaro Terme è indissolubilmente legata all'acqua: stazione termale dal tempo dei Romani e particolarmente in voga nell'Ottocento, oltre che sede di una fonte dal quale si ricava una delle migliori acque nazionali.

Recoaro Terme : Festa dell'Acqua - Agosto

 

FESTA DELL'ACQUA 2010

FASTI DEL TERMALISMO DI FINE '800 A RECOARO TERME
ACQUA: UNA RISORSA UNA RESPONSABILITA'

SABATO 14 E DOMENICA 15 AGOSTO 2010

Sabato 14:

Ore 15,30
Inaugurazione passeggiata "Acqua ed Energia", dove stiamo realizzando delle tabelle didattiche ed una postazione, con tavoli e panche, da adibire a laboratorio didattico all'aperto, più visita ad una centrale idroelettrica, tenuta aperta per l'occasione, Il tutto guidato da esperti preparati

Ore 16,30
Spettacolo teatrale all'aperto, per bambini: "La Lampada di Aladino" - Piazza Dolomiti

Ore 17,30
Seconda escursione "Acqua ed Energia" e visita alla centrale idroelettrica

Ore 20,30 
"La via del Sale" videoproiezione di Stefano ANZOLA, dalle miniere della Dancalia alle carovane Sahariane; esposizione dei lavori eseguiti dai ragazzi della Scuola Media che hanno partecipato al progetto "Acqua: una risorsa, una responsabilità"

Domenica 15:

Dalle ore 10,30
Le Fonti in Piazza riproposizione scenica delle varie Fonti ed Acque di Recoaro Terme e distribuzione per tutta la giornata di Acqua "Recoaro" 
Aria di Belle Epoque al Teatro "EDEN", con concertini ed operetta per tutto il giorno 
"Vicini al Bacino" laboratorio didattico per bambini a cura di Sanpellegrino S.p.A. per sensibilizzare e responsabilizzare alla protezione dei bacini d'acqua locali ·
Aperitivi e bevande dal sapore antico, accompagnati da delizie al "Caffè Commercio"
Allestimento ed esposizione "Sali da tutto il mondo" con relatore Nello BACCHIN, per sottolineare l'importanza di questo elemento così vicino all'acqua. 
L'angolo del ritrattista, per chi desidera ricordare la giornata in maniera particolare 
Passeggiata in carrozza, possibilità di raggiungere le Terme con una favolosa carrozza d'epoca

Ore 16,30
Spettacolo teatrale all'aperto, per bambini "Il Gatto con gli Stivali" - Via Lelia

Ore 18,30 
Inizio spettacolo musicale di chiusura con artisti dalla Fenice di Venezia.

Per tutta la giornata di ferragosto si avrà la sensazione di rivivere il passato, ricordando i fasti del termalismo di fine '800, con numerosi figuranti in costume, con animazioni ed intrattenimenti per i più piccoli e la presenza di espositori molto particolari, scelti per questa importante occasione ed adatti sia ad un pubblico adulto che ai bambini.

In caso di maltempo il teatro per bambini ed il laboratorio didattico si svolgeranno presso la Sala COOP di Via Roma.

Festa dei Gnocchi con la Fioretta a Recoaro Terme

Festa dei Gnocchi con la FiorettaIn occasione della Festa dei Gnochi con la Fioretta, la gastronomia locale riscopre sapori antichi ed autentici: quando la Conca di Smeraldo si veste di colori, in collaborazione con i Malgari dei Ronchi (contrada del paese), lungo la via principale del paese vengono preparati per tutti i gnocchi con la fioretta.

Nelle vie del centro si potrà quindi assaporare questo gustoso piatto in un'atmosfera ricca di musica, balli, allegria e con l'incoronazione di Miss Fioretta "la tosa pì fresca, pì alegra, pì simpatica".
Contemporaneamente viene indetta anche un'asta del dolce nostrano, per rimane sempre nel vivo della riscoperta di gusti, sapori e profumi della gastronomia locale.

La manifestazione si svolge nella centralissima Via Lelia la prima domenica di Settembre: il centro storico apparirà come un museo etnografico in cui saranno esposti, come elemento di arredo, sui muri e su tutto il tratto stradale, utensili e suppellettili della vita agricola e del mondo rurale.

Presepio Vivente e Presepio Storico a Recoaro Terme

Presepio Vivente

Solitamente svolto presso il Parco Comunale, per lo spettacolare scenario naturale che offre, da un paio di anni si svolgerà solamente nella Chiesa Arcipretale di Recoaro Terme in provincia di Vicenza.

Il Presepio Vivente ripropone la rappresentazione della natività, con oltre 50 figuranti che riproducono il presepio con tutte le sue suggestive animazioni: si vedrà giungere alla capanna San Giuseppe con Maria e il momento della nascita di Gesù, verrà accompagnato da bellissime musiche e caratterizzato da un'esplosione di luce che farà brillare la scena. In seguitogiungeranno gli angeli, annunciatori dell'evento ai pastori, accampati nei pressi della capanna. I pastori giungeranno alla capanna con un corteo di fiaccole ed offriranno i loro doni.
La rappresentazione si concluderà con l'arrivo dei Re Magi in un corteo sfarzoso illuminato dalla luce delle fiaccole portate dai paggetti e al termine del corteo, un gruppo di zampognari giungerà alla capanna suonando melodie natalizie.

I protagonisti della scena vestiranno costumi tradizionali dell'ottocento recoarese, a significare la partecipazione all'evento della cittadina Recoarese.

Presepio Storico - Chiesa Arcipretale di Recoaro Terme

Ogni anno nella Chiesa Arcipretale di Recoaro Terme viene aperto al pubblico il bellissimo Presepe Artistico realizzato dall'Associazione "Amici del Presepio": un presepio particolarmente curato e suggestivo che ripropone alcuni scorci delle tipiche contrade di Recoaro Terme, con scenografie ed oggetti curati in ogni minimo dettaglio, un lavoro che nel complesso richiede grande precisione, talento e impegno.

Il presepio è stato allestito a partire dal 1996 da un gruppo di appassionati (iscritti all'Associazione Italiana Amici del Presepio) nel battistero della chiesa Arcipretale di Recoaro Terme. 
La natività viene collocata all'interno di una tipica contrada dell'alta Valle dell'Agno, ai piedi delle Piccole Dolomiti, come poteva apparire tra la fine del '800 ed i primi del '900. 
La contrada, fedelmente ricostruita in scala 1:5, riprende i tipici fabbricati dell'architettura prealpina rilevabili nella zona mettendo spesso insieme elementi architettonici ripresi da fabbricati diversi di contrade diverse. E' così nata una contrada che non esiste, ma che rappresenta la poesia di quel poco che è rimasto e del molto che purtroppo è andato irrimediabilmente perduto.
Tutto ciò permette non solo di far rivivere il mistero della natività ma di apprezzare un 'opera d'arte che ripropone uno scorcio del passato del paese, rivivendo in pochi minuti un'intera giornata nel mondo contadino del tempo, riscoprendo dettagli e apprezzando angolazioni ambientali sempre nuove.

Il primo fabbricato da sinistra è una tesa utilizzata per riporre il fieno, la legna da ardere, gli attrezzi e per allevare i piccoli animali da cortile. Appoggiata alla tesa vediamo la ruota del mulino adatta a corsi d'acqua di modesta portata. L'impianto del mulino e della casa del mugnaio prende spunto dai resti del mulino dei Pasquali nella frazione di Durlo (Crespadoro). 
Al centro, in primo piano, si può ammirare la casa presente nelle contrade alle quote mediobasse di Recoaro Terme; sempre al centro ma in secondo piano si intravede da scorci diversi la casa contadina tipica delle contrade alte ai piedi delle montagne, dove gli ampi ballatoi in legno richiamano le case alpine del trentino e del bellunese (Contrada Balpese). 
A fianco della stalla della natività un cancello in legno, coperto con tetto in coppi chiude la corte, questo elemento è stato preso dall'arco con cancello esistente in contrada Zini. 
Sulla destra chiude a sequenza dei fabbricati la Chiesa settecentesca di contrada Giorgetti con il suo pregevole campanile. 
Lo sfondo della scena ripropone il profilo delle nostre montagne come appare a chi percorre la strada che porta alla Gazza. Da sinistra a destra si può riconoscere il Gruppo delle Tre Croci, al centro il Passo della Lora e subito dopo la Plische, per finire, sulla destra con il Gruppo del Fumante.

Presepe storico di Recoaro Terme - Chiesa Ascipretale

La Chiamata di Marzo a Recoaro Terme

La Chiamata di Marzo

Ongi due anni una grande e festosa manifestazione che vede sfilare per le vie della cittadina termale centinaia e centinaia di figuranti che riportano alla luce usi e costumi, lavori e tradizioni di epoche passate.

A Recoaro Terme, nella provincia di Vicenza, si ripropone nell'ultima domenica di Febbraio - solo negli anni pari - la Chiamata di Marzo: una grande, originale e festosa manifestazione che vede sfilare per le vie della cittadina termale centinaia e centinaia di figuranti in costume, che in gruppi, a piedi o sui carri allestiti con ogni genere di scenografie, mettono in mostra una straordinaria serie di oggetti, attrezzi e testimonianze della civiltà e della tradizione "cimbra".

Le storie, i mestieri, i prodotti ed il folclore del passato recoarese rivivono in una fantasmagorica girandola di scorci e di dettagli recuperati dai secoli. Un gioioso momento di riscoperta del passato, unico nel suo genere per originalità e suggestione.

Ricordiamo che a Recoaro la Chiamata di Marzo 
una volta indetta si fa con qualsiasi tempo!

Ecco alcune foto del Gruppo Storico Vicolo Mottana, fondato da alcuni membri storici tra cui noi del B&B La Raste, con cui potrete vivere l'emozione della rievocazione storica, dello studio delle tradizioni e della riscoperta di vecchi usi, costumi, luoghi e leggende... immersi in un'atmosfera di fine 800!